Onlyfans: Com’è nato? Cos’è? A cosa serve? Perché tutti ne parlano? Cos’ha di speciale? È vero che permette di guadagnare un sacco di soldi?

È sulla bocca di tutti e da qualche tempo si è diffuso su internet alla velocità della luce. La gente lo considera un social, anche se sarebbe più corretto parlare di un sito web. C’è chi dice di guadagnare dieci mila euro al mese grazie a lui e chi crede sia solo una leggenda metropolitana. Si tratta di Onlyfans, un sito che permette di condividere foto e video con gli altri utenti, previo il pagamento di un abbonamento.

Ma cos’è davvero Onlyfans? E come funziona? Viene davvero usato per scopi pornografici?

Per iniziare, smentiamo subito una cosa: Non si tratta di una piattaforma pornografica. Per capire quale sia la reale ideologia dietro Onlyfans, bisogna partire dalle origini, dalla mente di chi l’ha creato. Onlyfans è stata creata nel 2016 da Tim Stokely, un imprenditore britannico in collaborazione con il padre, Guy Stokely, un banchiere in pensione e il fratello Thomas.

L’obiettivo di Tim è quello di permettere un contatto diretto tra i creatori di contenuti e coloro che fruiscono del prodotto (chiamati “fan”) senza bisogno di inserzioni pubblicitarie o altri intermediari.

L’idea piace al pubblico e il sito, dopo neanche un mese dalla nascita, raggiunge mille utenti. In due mesi, sono dieci mila. Nei primi giorni del 2017 Onlyfans raggiunge cento mila utenti e a fine anno ha già superato il milione. Nel 2017 i numeri crescono e Leonid Radvinsky acquista il 75% di Onlyfans.

Già in quel periodo il sito viene utilizzato come una sorta di social network in cui pornostar di livello amatoriale creano contenuti per i propri fan che possono acquistare foto e video dei propri idoli pagando un abbonamento mensile. Il vero boom arriva con la pandemia. Fenix ​​International Limited, l’azienda proprietaria di Onlyfans, secondo Forbes, ha registrato nel 2022 entrate pari a 2 miliardi di dollari.

Chi è Leonid Radvinsky?

Leonid Radvinsky è un imprenditore, diventato miliardario grazie a Onlyfans. Di origine ucraina, è nato ad Odessa nel 1982. Emigrato insieme alla famiglia ebraica a Chicago. Attualmente dovrebbe vivere in Florida dovrebbe aver guadagnato, grazie al sito, 1,8 miliardi di dollari solo nel 2020.

Detiene il 75% della Fenix International Limited, proprietaria Onlyfans. Prima di diventare ricco tramite il servizio di abbonamento con Onlyfans ha ideato MyFreeCames, sfruttando la diffusione della webcam iniziata una ventina di anni fa. Leonid Radvinky è un programmatore affermato e un imprenditore miliardario che si prodiga in opere di filantropia e progetti open source disponibili a tutti.

Leonid Radvinsky è diventato ricco grazie ad Onlyfans. Altre persone, come lui, vogliono fare soldi con il sito o almeno arrotondare lo stipendio grazie alle entrate che gli abbonamenti restituiscono. Ma vediamo come funziona nello specifico Onlyfans.

Come funziona OnlyFans

Il funzionamento di Onlyfans è semplice. Per prima cosa, come in tutti i social, ci si iscrive inserendo dei dati personali. Vista la libertà concessa e le controversie, ai minorenni è vietato iscriversi. Questo vale da regolamento Onlyfans, è una misura voluta direttamente dall’azienda per proteggere i minori ed essere sicuri che l’utente sia consapevole delle proprie azioni.

Questo perché, anche se il sito di per sé non è pornografico, c’è completa libertà di pubblicazione da parte dei creatori e quindi potrebbe esserci del nudo o semi nudo. È, tuttavia, difficile, imbattersi per caso nel porno perché i creatori di quel tipo, rendono disponibili i contenuti a luci rosse, solo previo pagamento. La differenza rispetto alle altre piattaforme social è semplice.

Onlyfans è aperto a tutti, proprio tutti i creatori. Chiunque può pubblicare qualsiasi cosa. È l’emblema della libertà di espressione, e condivisione.

A decidere cosa vedere, poi, è l’utente. Non c’è, dunque, solo porno. Ci sono svariati tipi di creatori. Si passa dai personal trainer sconosciuti ai VIP. Recentemente anche musicisti e cantanti hanno iniziato a pubblicare su Onlyfans per entrare a contatto diretto con il proprio pubblico e fornire ai fans più sfegatati dei contenuti speciali come pezzi inediti o messaggio personalizzati.

Onlyfans è una piattaforma in cui gli utenti sono liberi di postare quello che vogliono e pagare per vedere i contenuti a cui sono interessati. In questo è molto meritocratica. È proprio la voglia di guadagnare soldi con Onlyfans che ha spento alcuni utenti ad andare sempre “oltre”, per accumulare anche grandi somme.

Una studentessa di Bologna ha affermato di guadagnare anche dieci mila euro al mese grazia ad Onlyfans.

Probabilmente i suoi contenuti sono abbastanza espliciti e per questo ha raggiunto somme così grandi. Il guadagno medio dovrebbe aggirarsi intorno ai 100-150 euro al mese.

Come in tutte le piattaforme, su Onlyfans funziona la tecnica di attirare più utenti possibili. I contenuti erotici sono i più redditizi ma non tutti i fans sono interessati a questo. C’è chi dice di aver arrotondato lo stipendio mettendo in mostra i suoi piedi e chi gestisce un corso di pilates. Tutto dipende dall’uso che si fa della tecnologia, non dalla tecnologia in sé.

I guadagni sono ripartiti tra il sito e il creatore. L’utente creator guadagna l’80% dell’abbonamento pagato dal fan, a Onlyfans va il restante 20%. Se vuoi dare un’occhiata a Onlyfans, sappi che l’iscrizione è completamente gratuita e non richiede la creazione di nessun contenuto.

FAQ: Domande Frequenti

Quando è nato Onlyfans?

Onlyfans è nato nel 2016. Ha conosciuto un vero boom durante la pandemia di Covid-19.

È possibile guadagnare con Onlyfans? Quanto?

Si. I creator guadagnano con Onlyfans l’80% dell’abbonamento pagato dall’utente.